TANTI AUGURI DA ME, DAL MIO OMETTO E DAL NOSTRO ALBERELLO. (ADDOBBATO COME UNA PUTTANA D'ALTO BORDO)

LA PROSPETTIVA

Dicono di cambiarla spesso. Dicono che cambiare punto di vista aiuti.
Io dico di no.
So che nella vita è importante analizzare tutti gli aspetti di un problema.
So anche che cambiare atteggiamento verso una situazione, può addirittura cambiarla.
So queste cose.
A volte, invece, cambiare fa male. E' deleterio, è dannoso.
Non solo nelle grandi cose ma anche e soprattutto nelle piccole.
Io ho cambiato casa e fino a qua penso mi sia andata bene perchè è una casa grande, ci stanno tutti i miei mobili e ho un bel balcone da riempire di fiori.
Ma avrei dovuto fermarmi qui, non sarei dovuta andare oltre. Era già un grande cambiamento e avevo avuto fortuna. Mai tentare la fortuna, mai forzare il destino.
Poi un giorno ho pensato: visto che è una casa NUOVA, forse dovrei trovare anche un NUOVO modo di pulirla. Se all'altra bastava poco perchè era nuova e ci avevo abitato solo io, a questa dovevo fare più attenzione, dovevo andare più a fondo.
E ho cambiato prospettiva.
Dall'angolatura a 90gradi che tenevo pulendo l'insidioso pavimento del bagno, sono passata a 180 maledettissimi gradi.
Ho scoperto quindi che c'è una piastrella rotta dietro al wc e che si intravede un'inquietante parete fatta di...nulla.
Gli angoli del bagno sono infestati da microparticelle di sporco e polvere che io ormai vedo come gigantesche sconfitte delle mie doti casalinghe.
Esistono luoghi dietro i sanitari in cui riesco a vedere strati di trascuratezza millenaria ma...non riesco ad arrivarci con alcuno strumento inventato dall'uomo. (tranne il fuoco...il fuoco raggiungerebbe ogni cosa. Meglio non fissarsi su certe cose)
Tutto ciò e molto altro infestano le mie notti.
Mai cambiare prospettiva. Quella fetta di mondo che vediamo è più che sufficiente.

Post più recenti Post più vecchi Home page

Blogger Template by Blogcrowds