Il tunnel del divertimento

Con le prime giornate di sole la neve si scioglie, la gente si spoglia e io faccio un day-hospital.
Così, tanto perchè al mare fa ancora freddo, il centro commerciale è sempre pieno e non trovo mai nessuno per bere un aperitivo in centro.
L'ospedale di Rimini è grande, nuovo e diviso in scale.
A, B, C, D...e basta da quanto ho capito.
Sembra facile, no?
Già: sembra.
L'appuntamento è al quarto piano della scala B (BI COME BOLOGNA, mi urla l'infermiera al telefono, NON DI COME DOMODOSSOLA, HA CAPITO?).
Cosa ci vorrà mai ad arrivare al quarto piano della scala B, sarà dopo la scala A, no?
No.
Cioè sì ma anche no.
Il fatto è che per accedere alla scala A bisogna...arrivare alla scala A.
All'entrata non ci sono indicazioni alle scale ma solo verso l'uscita e, essendo uno appena entrato, il cartello "uscita" non lo considera nemmeno.
All'entrata, dicevo, bisogna salire al...piano terra, o inframezzato o quello che è, perchè solo da lì si accede alle scale.
Insomma devi salire una scala per poter arrivare alla scala. Non fa una piega.
Arrivata al piano "x" seguo l'indicazione per le scale e passo la A...e arrivo alla...C!
Come alla C?
E la B?
Torno indietro.
La B è inglobata nella A quindi devi prendere l'indicazione per la A se vuoi poi giungere alla B.

(Prendete pure appunti se volete, so che non è facile.)

Arrivata alla porta della scala B mi trovo davanti una cosa strana: una scala.
E' esterna, per raggiungerla devo uscire sulla scala antincendio e passare due porte.
Se non piove e tira vento e non c'è nessuno che si sta fumando una sigaretta, sono a posto.
La scala B è pulita, semplice e sgombra ma soprattutto è dotata di ascensore (non so se si chiami ascensore B, chi può dirlo) che io uso perchè vabbè tenersi in forma ma devo arrivare al quarto piano e, visto che non ho capito da che piano parto, nel dubbio mi risparmio la fatica.
Uscita dall'ascensore, ovviamente, mi ritocca fare: porta-scala antincendio-porta e arrivo in reparto.
A questo punto già mi sento una strafiga perchè non mi sono persa, spacco il minuto e non ho nemmeno un capello fuori posto.
Ma poi l'infermiera mi consegna la mia cartella clinica e mi dice "passi il tunnel e vada a fare l'esame, poi vada alla scala C di lato a fare l'eco, poi torni qua, anzi alla scala D in reparto così le prelevo il sangue. Lei è a digiuno, vero?"
Ecco, lì ho smesso di sentirmi strafiga, mi veniva un po' il magone e mi tornava su la brioches col caffellatte.

continua...

7 commenti:

CONFERMO è TUTTO SFIGATAMENTE VERO.CIOE' UN CAOS.COME MOLTE COSE A RIMINI DEL RESTO..

28 febbraio, 2012  

MA IO CI SONO X GLI APERITIVI!

28 febbraio, 2012  

Ma questo non è un dayhospital, non sarà mica "un'avventura",mi sembra una caccia al tesoro con percorsi vari, è pazzesco, chissà se alla fine vinci qualche cosa.
Sono matti con le loro frecce contro frecce, indicazioni, gite sulle scale antiincendio, a volte sembra facciano di tutto per complicare le cose.
Forza che tu sai tenerle testa, attendo il continua.
Ciao
4p

29 febbraio, 2012  

@Fedi: ok allora la prossima volta invece dell'ecocardiodopplercippalippa, si va a sbevazzare in piazza "n" martiri.

@4P: spero di vincere qualcosa questa volta, sono anni che accumulo punti e nemmno una pirofila in silverplated ho visto fino ad ora!

01 marzo, 2012  

Ma forse sono così gli ospedali di tutta l'Italia? Mi ricorda molte gite qui a Milano, spesso con il pancione di 9 mesi. Non divertente.

16 marzo, 2012  

Allora con questo post diamo voce a tutta la frustrazione che ci prende quando...per andare dove dobbiamo andare...non sappiamo dove dobbiamo andare!
E leviamo i calici...dalle mani degli architetti laureati e masterizzati che progettano le strutture pubbliche perchè, francamente, mio nonno con la terza media avrebbe saputo fare di meglio.

La Zia che un po' ci sta...e un po' no.

21 marzo, 2012  

Credo che chi progetta gli ospedali abbia seguito dei corsi tenuti da Dedalo in persona. Ogni volta si impegnano a far peggio e regolarmente ci riescono.

30 novembre, 2017  

Post più recente Post più vecchio Home page

Blogger Template by Blogcrowds